ORIENTAMENTO IN ITINERE

I bisogni:
­Rilevazione di tipo statistico su selezione, abbandoni, curricoli non regolari.
Colloqui con i coordinatori di classe per rilevare la necessità di orientamento/riorientamento, e counseling, – entro il mese di ottobre – per gli studenti le cui difficoltà siano imputabili ad una scelta non ponderata e che si ritiene possano più proficuamente seguire un diverso indirizzo di studi.
Contatti con le scuole medie del territorio per attivare raccordi e per avviare collaborazioni di orientamento e di sostegno alla scelta per gli studenti che intendono iscriversi all’Erasmo (congruità dell’andamento scolastico e giudizio di orientamento, con le aspirazioni dello studente e della famiglia).
Contatti con le famiglie e con gli studenti per rilevarne i progetti sulla prosecuzione degli studi.
­Contatti con gli enti pubblici e privati per lo sviluppo di quelle sinergie utili a implementare l’offerta formativa nel territorio.


Finalità del progetto
Il progetto si propone di sostenere lo sviluppo scolastico degli studenti: verso la consapevolezza del sé, verso lo stare bene a scuola e con se stessi, verso una maturazione, verso l’auto orientamento, verso la creazione del
team di insegnante in ogni classe che sia in grado di sviluppare abilità orientative all’interno delle singole discipline. Ha come obiettivo, di attivare relazioni territoriali per sviluppare opportunità di formazione alternative e/o integrate allo scopo di ridurre l’abbandono scolastico e sviluppare il successo formativo e l’autostima degli studenti in difficoltà.
Intende proporsi nel territorio come attività utile:
­- per fornire tutte quelle informazioni necessarie alla scelta scolastica,
– per collaborare con le famiglie allo scopo di sviluppare quella utile relazione scuola famiglia, necessaria
– per una consapevole maturazione delle scelte scolastiche e professionali.


Aree di intervento
­Colloqui finalizzati alla scelta, al riorientamento, all’autostima, alla risoluzione di difficoltà cognitive e metodologiche, alle difficoltà relazionali.
Colloqui per richieste di informazioni nel passaggio tra ordini di scuole e sulle situazioni a rischio.
Rilevazione delle richieste afferenti dai diversi consigli di classe
­Rilevazione delle richieste afferenti da gruppi di studenti o da singoli
­Rilevazione delle richieste emerse dalle classi e dalle famiglie

­Colloqui di consulenza e counseling
Collaborazioni in gruppi di lavoro territoriali per l’identificazione di sinergie e percorsi utili all’eliminazione di quei luoghi comuni che inficiano la scelta degli studenti e delle loro famiglie.
Sostegno all’inserimento nella struttura didattica, alla costruzione di una migliore immagine di sé, alle difficoltà relazionali e ad una corretta informazione;
Legate alla programmazione curricolare e agli obiettivi didattici programmati dai singoli Consigli di Classe, ogni anno si stabiliscono, a grandi linee, iniziative che completano il lavoro didattico in classe. Ogni iniziativa deve essere approvata dal Consigli d’Istituto.