STORIA DELL’ISTITUTO

L’I.T.C.S. Erasmo da Rotterdam di Bollate è stato tra i primi Istituti, in Italia e in Europa, ad avviare una Sperimentazione didattica ed educativa riconosciuta dal Ministero della P.I. e poi utilizzata per formulare il Progetto Brocca.
Il nucleo originario dell’Erasmo da Rotterdam si forma al termine degli anni ’60. In questo periodo, la Provincia di Milano, in collaborazione con il  Ministero della Pubblica Istruzione, istituisce per l’anno scolastico 1969-70, una classe sperimentale presso l’Istituto “Verri” di Milano con l’intento di fornire una prima risposta alle ormai improcrastinabili esigenze di rinnovamento della Scuola italiana. In seguito, sulla base di un progetto elaborato da un gruppo di intellettuali (Scurati, Picozzi, Calzecchi Onesti, Quadrio, Cesareo, Gozzer), sono istituiti quattro Poli con quattro classi ciascuno, per la sperimentazione di un Biennio superiore, nell‟ottica di un proseguimento dell’obbligo scolastico. I Poli, nati a Milano, sono stati poi collocati a Cernusco sul Naviglio ed Arese, Casalpusterlengo, Besana Brianza, Castano Primo. Il biennio prevedeva l’acceso diretto ai successivi trienni ad indirizzo tecnico e la possibilità di passare agli altri tipi di scuola (Licei classico, scientifico, artistico e Istituto magistrale), tramite un esame integrativo. Le linee guida a livello didattico- strutturale erano le seguenti:
– superamento delle “materie” attraverso tre linee di ricerca conoscitiva (aree Linguistico/espressiva – Scientifico/Matematica – Umanistico/Sociale) che prevedevano momenti di interdisciplinarietà, tempo scolastico “pieno”, dedicato al lavoro individuale e di gruppo, ed attività di ricerca e recupero, con periodi destinati allo svolgimento dei compiti.
– scuola aperta, dunque, che prevedeva la partecipazione delle diverse componenti ai Consigli di Classe, assemblee di Centro (plenarie con tutte le componenti), ed organismi di cogestione. Valutazione preventiva e parallela di tutto il processo di insegnamento e apprendimento. Di tutto ciò, restano evidenti forti eredità.
– L’Ente Provincia sosteneva il rimborso delle spese per tasse, libri, cancelleria, trasporto e mensa.
Nell’a.s. 1973-74 era istituita ad Arese una sezione staccata dell’Istituto “Marie Curie” di Cernusco S/N, sulla base, inizialmente, di un biennio, successivamente esteso ad un quinquennio sperimentale (1974-75). L’utenza proveniva in parte dal territorio circostante Arese e in parte da Milano ed era caratterizzata da una forte motivazione al progetto sperimentale.
A partire dall’anno scolastico 1977-78 la sezione staccata si trasferiva a Bollate divenendo Istituto autonomo l’anno successivo, non con la denominazione di I.T.S.O.S. (come avvenuto per Cernusco s/N), ma con quella di I.T.C.S. con corsi sperimentali. La scuola si configurava dunque come centro onnicomprensivo, fondato su un biennio unitario e un triennio con nove indirizzi: agrario, biologico, chimico, economico, edile, elettronico, grafico, linguistico, sociale. Essa mantiene così le prerogative delle scuole ex art. 3(DDL „74) in termini di autonomia progettuale sotto il profilo sia della didattica sia dell’organizzazione strutturale (previa autorizzazione annuale da parte del Ministero della P.I.).
Nel passaggio da Arese a Bollate la composizione dell‟utenza muta sostanzialmente: prevale la componente territoriale in quanto la scuola diventa “di Distretto” e quindi gli utenti sono meno motivati al progetto sperimentale e più attratti dalla possibilità di rimandare la scelta della specializzazione soltanto dopo aver frequentato un Biennio unitario.
Di pari passo, cresce anche la consistenza numerica degli iscritti che inizialmente raddoppia e nel giro di trequattro anni raggiunge le 2100 unità.
Nell’a.s. 1985-86 viene chiuso l’indirizzo Agrario.
Nell’a.s. 1988-89 l’Istituto si divideva in due tronconi, situati nel medesimo edificio e con progetti inizialmente identici ma con indirizzi differenti: il “Primo Levi” (biologico, chimico, economico, linguistico), e l’Erasmo da Rotterdam (edile, elettronico, grafico, sociale).
In seguito, i due istituti andranno differenziandosi pur mantenendo un certo margine di permeabilità reciproca.
Nel 2001 viene avviata, nel triennio dell’indirizzo elettronico – informatico, la sperimentazione del Curricolo formativo modulare sulla base delle competenze accertate (CFMCA), promossa dal Prof. Stefano Checchini, che prevede la suddivisione in moduli delle discipline, attività per classi aperte e la certificazione di tutte le competenze.
Nel Giugno 2003, l’Istituto “Erasmo da Rotterdam” ha conseguito la Certificazione del proprio Sistema di Gestione per la Qualità, in conformità alla norma UNI EN ISO 9001:2000 e successivamente nel 2010 è stata confermata la conformità alla nuova norma UNI EN ISO 9001:2008, fino all’ultima Certificazione UNI EN ISO 9001:2008 ottenuta con Certiquality nel 2015, cui l’Istituto associa la Certificazione IQNET.
L’anno scolastico 2010-2011 segna un notevole cambiamento per l’ITCS “Erasmo da Rotterdam” che, nel quadro della Riforma, diviene un ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE composto da due Licei (Liceo Artistico indirizzo Grafico – Liceo delle Scienze Umane opz. Economico Sociale) e da due Istituti Tecnici (ITI Informatica e /telecomunicazioni – ITI Costruzioni, Ambiente e Territorio).
Lo scorso anno scolastico, l’Istituto ha erogato un Corso IFTS per Tecnico superiore per l’innovazione del prodotto e del processo in ambito manifatturiero e delle energie rinnovabili, rivolto a neodiplomati (per la formazione di una figura di alto livello di qualificazione ai fini di inserimento professionale in ambito industriale che preveda l’uso dei robot) ed in collaborazione con il Politecnico di Milano e con Aziende del territorio.
L’ “Erasmo da Rotterdam” è inoltre Scuola- Polo per Progetti Formativi per il Personale Docente ed educativo neoassunto a tempo indeterminato.
Nel 2016 l’Istituto è stato individuato come scuola polo per la Formazione del Personale della Scuola nell’ambito del Piano Operativo Nazionale. I numerosi progetti presentati nei POF di questi ultimi anni e volti al completamento della formazione degli studenti hanno ottenuto l’attenzione e il riconoscimento di numerose Istituzioni, con risonanza anche a livello nazionale e internazionale.
L’Istituto, in quanto soggetto attivo nell‟ambito della formazione tecnica, si rivolge a studenti che intendono conseguire un diploma tecnico che consenta loro di acquisire le competenze e gli strumenti utili per l’accesso al mondo del lavoro o per proseguire negli studi universitari, come avviene naturalmente per gli studenti dei nostri Licei.